In Beauty

San Valentino | Romantico cliché, ma cos’è davvero?

Come sempre mi riduco all’ultimo per scrivere due righe, sono quella che a Natale pensa di aver finito i regali e il 24 si ricorda che no, ne manca uno, solo quella che “il compleanno viene sempre lo stesso giorno!” ma pensa al biglietto solo mezz’ora prima della festa. E sono quella che dice di odiare San Valentino. Ma chi mi conosce sa che ho anche un lato tenero, ma soprattutto sa che sono un’eterna indecisa.

(Quella in foto sono io con il mio fidanzato, e davanti a me ci sono dei tulipani e un profumo che adoro, Tommy Girl di Tommy Hilfiger, diciamo che, amante o no di questa festa, è un gran bel regalo!)

Quindi, forse lo odio e forse lo amo, è una festa un po’ sopravvalutata questo sicuramente, è una ricorrenza che oggi ci spinge soprattutto a comprare cioccolatini a forma di cuore e rose che costano il doppio degli altri giorni perché “queste sono fresche!”. Ma sappiamo veramente cos’è, o meglio chi è?

La festa nasce intorno al 496 (ben prima dell’arrivo dei Baci Perugina), quando papa Gelasio I decide che il 14 febbraio sarebbe diventato il giorno degli innamorati. Tutto questo per nascondere, cristianizzare e infine sostituire la festa pagana dei lupercalia, celebrata il 15. E ora viene il bello. Dimenticate candele profumate, petali di rosa e dolci cene.

Qui parliamo di giovani selvaggi nudi che rincorrono matrone per le strade e cercano di frustarle, ok? Molto, ma molto, lontano dal San Valentino (forse più vicino a 50 sfumature…), e non è finita perché gli uomini potevano scegliere di indossare graziose gonnelline di pelle intorno ai fianchi. Decisamente poco carino.

E ora arriva il finale, chi è Valentino?
Un uomo goloso di zuccheri e proteine, alto 166 cm. Non è proprio lo stereotipo di uomo perfetto che abbiamo oggi, ma insomma, il suo compito non era certo quello di far cadere le donzelle ai suoi piedi, bensì di dare la sua benedizione agli innamorati.

Cosa ne penso? Penso che su San Valentino la mia ignoranza fosse immensa, e penso anche che tutte noi siamo un po’ “odio San Valentino!” ma in fondo davanti ad un orsetto (o una Gucci, dipende) ci sciogliamo come gelati al sole. O sbaglio?

Fatemi sapere la vostra opinione, scrivetemi una mail, su Instagram, quello che volete!

Share Tweet Pin It +1
Previous PostMonday Morning #ODO | Office Day Outfit
Next PostInMedica Genova | Farà male? Come prepararsi e i risultati

No Comments

Leave a Reply

error: CopyRight Content